L'ARROGANZA DEL PISELLO TOUR un concerto-Teatro interattivo contro la violenza sulle donne e per la parità di genere

Il concerto-teatro “l’Arroganza del Pisello di Ars Populi (band Genovese formata da Giovanni La Grotteria chitarra e voce, Marco Lace tastiere, Pino di stadio batteria e tamorra, Giovanni Sanguineti basso), nasce dallo spirito di ricerca musicale e sociale con cui la band è nata. Il genere coniato per loro di “Nuovo Realismo Ironico Musicale”, riassume il progetto che vuole in sostanza contribuire a mettere un “focus” sulle disparità di genere e la piaga dei femminicidi. I dati su questi ultimi in Italia sono allarmanti nel 2018 72 vittime, 68 nel 2019, 65 nel 2020, 62, nel 2021. Ancora più inquietanti sono le statistiche rispetto alle denunce per maltrattamenti e violenze nella gran parte dei casi entro le mura domestiche (la pandemia ha peggiorato ovviamente le cose). Nei primi 5 mesi del 2020 sono state 20.525 le donne che si sono rivolte ai Centri antiviolenza (CAV), per l’8,6% la violenza ha avuto origine da situazioni legate alla pandemia (es. la convivenza forzata, la perdita del lavoro da parte dell’autore della violenza o della donna). Ciò che impatta di più sull’incremento delle chiamate è la commemorazione del 25 novembre (giornata mondiale contro la violenza sulle donne), che sembra agire sulle vittime come “effetto motivazionale” nella ricerca di un supporto esterno. In questa data, infatti, si amplia la platea di chi parla pubblicamente della violenza contro le donne, si moltiplicano le iniziative, si rende visibile ciò che durante l’anno non lo è. Ecco cosa cerca di fare Ars Populi. 

Cerca di farlo con  i testi delle sue canzoni (“Erection rumba”, “Un due tre ma che bello uccido te”, “La ceretta al pube è swing”, “L’Arroganza del Pisello”…), lo fa con le sue musiche in cui i ritmi sudamericani e caraibici si fondono con stilemi classici e jazz, lo fa raccontando le storie di donne coraggiose che hanno aperto la strada alla emancipazione femminile come quella della  “Papessa Giovanna, che narra la storia di una donna inglese, educata a Magonza e vestita in abiti maschili che, a causa della natura convincente del suo travestimento, divenne un monaco con il nome di Johannes Anglicus. Venne eletta dopo la morte di Papa Leone IV (17 luglio 855) in un'epoca in cui l'investitura del papa avveniva in modo fortuito, prendendo il nome di Giovanni VIII…e molto altro. 

Venire a vedere questo spettacolo è in sostanza, oltre che una occasione per ascoltare una band davvero innovativa, musiche travolgenti e originali, un modo per sentirsi una “comunità di uguali”, almeno nei diritti fondamentali. Il teatro e la musica, nella loro più profonda funzione, servono a questo: creare una comunità cosciente delle enormi disparità, delle fragilità e delle sofferenze molto spesso inascoltate.

Struttura del progetto

UN CONCERTO “CONTENITORE” ALL’INTERNO DEL QUALE VERRANNO INSERITI VIA VIA  DIVERSI STILI NARRATIVI. RACCONTI DI DONNE ESEMPLARI, GRANDI FALLIMENTI FELICI, MONOLOGHI TEATRALI, VICENDE VISSUTE E DIALOGHI INTERATTIVI CON IL PUBBLICO. IN SCENA MUSICISTI,  ATTORI , AVVENTORI, DONNE E UOMINI CHE OSANO O CHE HANNO OSATO SFIDARE L’ARROGANZA DEL PISELLO.

OSPITA NELLA TUA CITTA’ UNA DATA DELL’ARROGANZA DEL PISELLO TOUR.

.

RESPONSABILE DEL PROGETTO

Giovanni La Grotteria

Tel. 334.928319

MAIA DI VERDIANO VERA

Viale Ansaldo 28R 16137 Genova

Tel. 010.8606461

Cell. 392.9288999

verdianovera@maiagroup.it

www.maiagroup.it

Richiesta Informazioni